Rate mutuo e bollette: ecco a cosa sarà destinata la tredicesima

Print Friendly

Analisi dell’Osservatorio SuperMoney, su incarico dello Sportello Consumatori, sul peso delle bollette sugli italiani: solo 1 su 4 destinerà la tredicesima ai regali.

portafogli_vuotoLa rata del mutuo in scadenza, qualche bolletta ancora da pagare, l’Imu e la Tasi e magari qualche imprevisto dell’ultimo momento.

Un mese di dicembre davvero impegnativo per le tasche di molti italiani, costretti a dare la precedenza agli impegni fiscali, piuttosto che allo shopping natalizio.

In vetta alla lista delle priorità di molti italiani ci sono poi le rate del mutuo. Del resto trattandosi di un impegno di lunga durata, per fare la giusta scelta è stato necessario confrontare i mutui presenti sul mercato e le condizioni di pagamento richieste anche da altri istituto di credito.

In merito ai dati diffusi dall’ultima indagine condotta da Coldiretti, solo un “fortunato” italiano su 4 destinerà la tredicesima allo shopping natalizio che non supererà il budget dei 200 euro, mentre il restante 51% darà la priorità al pagamento di bollette e rate mutuo, segue poi il 26% che la impiegherà per i regali e il 23% invece per il risparmio.

Un vero e proprio ingorgo fiscale che colpirà i circa 39 milioni di euro della tredicesima di lavoratori dipendenti e pensionati, con un aumento del +1% rispetto allo scorso anno. La data più simbolica a tal proposito è stata quella del 16 dicembre che accomuna le scadenze della Tasi, Tari e Imu e già in arrivo si intravede il canone rai.

Ma il mese di dicembre è solo il passaggio conclusivo di un anno che ha colpito duramente gli italiani, soprattutto a causa dei continui rincari di luce e gas che hanno poi trovato inevitabile conferma negli importi delle bollette.

L’Osservatorio SuperMoney, su incarico di SportelloConsumatori.org, ha analizzato la spesa media degli italiani in merito al consumi di luce e gas, che si attesta per le famiglie italiane intorno ai 1.500 euro in bollette, ovvero più di uno stipendio medio mensile.

Lo studio ha inoltre registrato delle variazioni nei consumi in base all’area geografica: nel Nord Italia la bolletta della luce sfiora mediamente i 530,61 euro all’anno, valore che tocca livelli anche superiori al Sud con un importo medio di 635,5 euro annui, mentre i costi medi relativi al gas arrivano ai 1.055,01 euro annui nel settentrione e si attestano intorno ai 748,23 euro nell’Italia meridionale.

Si conclude dunque un anno davvero impegnativo dal punto di vista fiscale, tasse e scadenze varie hanno spinto gli italiani a rivedere la lista delle priorità, a progettare con cura le spese e gli investimenti e date le prospettive future ancora poco rosee, per l’avvenire sarà meglio continuare a risparmiare.

Sarà dunque un Natale dai toni contenuti con pochi regali per una cerchia davvero ristretta di familiari e amici selezionati, utilità e convenienza saranno poi i criteri di acquisto adottati.

Parole Chiave: , , , , , , , , , , , , , , , ,