Adoc Puglia: benzina e barriere architettoniche, tante le lamentele dei consumatori

I rincari della benzina. I problemi nel cambio di gestore per le compagnie telefoniche. I disservizi con le compagnie aeree e le difficoltà dei turisti disabili. È lungo l’elenco delle lamentele e delle segnalazioni che stanno giungendo al numero di telefonia mobile attivato dall’Adoc Puglia durante il mese di agosto.

“Altro che sconti alla pompa per i carburanti; quelli del sabato e domenica sono palliativi in quanto vengono riassorbiti con gli interessi nel corso della settimana successiva – dichiara Aida Viti, l’operatore a disposizione dei cittadini e che risponde al cellulare dalle 10:00 alle 18:00 di tutti i giorni -. In realtà, al telefono, la maggior parte dei consumatori si sta lamentando dei rincari giornalieri della benzina che solo nel mese di luglio è aumentata di 7,9 centesimi, mentre il gasolio è salito di 8,7”. I picchi per la benzina superano l’euro e 87 centesimi, mentre quelli del gasolio volano ad un euro e 78 centesimi, con un incremento medio di 12 euro ogni 1.000km. Se a questi aumenti si sommano i pedaggi autostradali, la Rc auto, i controlli sull’autovettura, le strisce blu, la cifra totale da sborsare in più si avvicinerà ai 200 euro.

I consumatori della  Puglia si lamentano delle multe sulle strisce blu e dei problemi con la telefonia mobile. Ci sono poi le segnalazioni che riguardano le compagnie aeree: uno degli ultimi casi il volo cancellato dalla Ryanair o, ancora, spiega Adoc Puglia, le segnalazioni su mancati servizi pubblicizzati sul depliant e garantiti dalla agenzia viaggi, nonché le classiche e intramontabili problematiche con i voli (bagagli danneggiati, ritardi e rimborsi).

“Ma quest’anno – precisa Aida Viti – la nostra attività presta molta più attenzione alle segnalazioni provenienti dai turisti disabili. Una tra le altre, è sembrata piuttosto singolare la disavventura capitata ad un turista pugliese, disabile, che si è recato a visitare i Sassi di Matera: ebbene, sembrerà strano a dirsi ma il malcapitato è stato (ingiustamente) multato per aver parcheggiato la propria autovettura sulle strisce blu, nonostante avesse esposto sul cruscotto il proprio pass invalidi. A nulla sono valse le sue richieste di spiegazioni e chiarimenti una volta recatosi presso il Comando, ove gli addetti hanno potuto constatare l’evidente handicap fisico del diretto interessato”.

Altre persone, portatori di handicap, hanno segnalato la presenza di barriere architettoniche che non consentono il facile accesso alle spiagge, sia dei lidi che quelle libere, per cui l’impegno dell’Adoc Puglia – spiega l’associazione – “è quello di diffidare immediatamente i Comuni interessati per procedere all’eliminazione di tutti gli ostacoli o gli inconvenienti per favorire e agevolare, come per legge, la vita dei disabili in vacanza”. L’associazione segnala inoltre che una serie di contestazioni ai turisti sono arrivate da parte dell’Apcoa Parking Italia, la società incaricata della gestione del parcheggio dell’aeroporto Woytila di Bari-Palese: “Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di accessi in corsie non autorizzate, che vedono i cittadini costretti al pagamento di una sanzione di 115,00 euro, anche se non si legge da nessuna parte le motivazioni delle sanzioni – spiega Adoc Puglia – In molti casi però, l’uso improprio delle corsie di emergenze e/o riservate è stato effettuato da soggetto portatori di handicap, che portavano esposto il proprio pass, e che a norma di legge sono esenti ed esonerati dal pagamento del parcheggio in striscia blu”. Il cellulare dell’Adoc Puglia, 333.786.05.05 resterà attivo e a disposizione dei cittadini-consumatori-utenti per tutto il mese di agosto.

Print Friendly