Carburanti, proseguono gli aumenti

Partiti già ieri con i rialzi di IP, proseguono questa mattina gli aumenti dei prezzi della benzina e del diesel. Aumenta Eni insieme a quasi tutte le altre compagnie.

Rileva Quotidiano Energia: “A valle dei primi rincari d’inizio settimana dopo gli sconti self, Eni ha deciso di rialzare i prezzi raccomandati di benzina e diesel rispettivamente di 1,3 e 0,5 cent euro/litro. Ma non è sola. A muoversi nella stessa direzione, secondo quanto risulta a QE, anche Tamoil (+1 cent su entrambi i prodotti), Q8 (rispettivamente +1 e +0,5) e TotalErg (+1 e +0,6)”. Prezzi in salita dunque e rincari anche per le no-logo. I prezzi medi serviti, scrive Quotidiano Energia, oggi sono in salita a 1,865 euro/litro per la benzina, 1,754 per il diesel e 0,752 per il Gpl. Anche le punte massime sono in ascesa fino a 1,948 per la verde e 1,798 per il diesel mentre il Gpl flette a 0,785.

Staffetta Quotidiana spiega che ieri si è fermata la corsa del prezzo internazionale della benzina, che proseguiva da quasi due settimane; giù, anche se in modo più lieve, anche la quotazione del gasolio. Dopo il balzo di IP, salgono però oggi tutte le compagnie. La media ponderata nazionale fra le diverse compagnie in modalità servito, calcola Staffetta Quotidiana, è per la benzina a 1,868 euro/litro (+0,9 cent), per il diesel a 1,772 euro/litro (+0,7 cent), per il Gpl Eni +1 centesimo a 0,764 euro/litro, per il metano +0,8 centesimi a 0,958 euro/kg. Le medie nazionali dei prezzi sono tornate ai livelli di fine aprile-inizio maggio.

Print Friendly