Roma, domani sciopero del trasporto pubblico locale

E’ stato confermato lo sciopero dei trasporti in programma a Roma domani, venerdì 6 luglio. In realtà si tratta di un doppio sciopero del trasporto pubblico indetto dai sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Ugl trasporti e Fast Confsal nelle aziende pubbliche e private del trasporto pubblico del Lazio. L’Agenzia della Mobilità di Roma spiega che sarà “di 24 ore la protesta dei sindacati confederali, di 8 quella della Fast Confsal. In Cotral (bus extraurbani), la protesta sarà di 4 ore, dalle 12,30 alle 16,30. L’agitazione non interessa Ferrovie dello Stato e quindi non riguarda le ferrovie regionali Fr1, Fr2, Fr3, Fr4, Fr5, Fr6, Fr7 e Fr8”.Le corse di bus, filobus, tram, metropolitane e delle tre ferrovie regionali gestite da Atac Roma-Lido, Termini–Giardinetti e Roma-Nord saranno a rischio dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio. Nella notte tra il 5 e il 6 luglio non sarà assicurato il servizio delle linee bus notturne.

 

“Un insulto ai romani”. Così definisce lo sciopero l’Associazione Dossetti che chiede alle Autorità “di indire con urgenza un tavolo risolutivo di confronto, per chiudere una controversia non compresa dalla gente, non giustificata dal momento economico attuale, non più ammissibile nel pieno della stagione turistica”.

 

“Dopo l’aumento del prezzo dei biglietti, a cui non è seguito alcun miglioramento della qualità del servizio, le ondate di scioperi del venerdì si abbattono ormai con cadenza  sistematica, con gravi ripercussioni sul  diritto alla mobilità degli utenti” conclude l’Associazione.

Print Friendly