Alitalia vuole comprare WindJet, Antitrust indaga

Alitalia sta cercando da tempo di comprare la compagnia aerea siciliana WindJet, ma l’operazione desta non poche preoccupazioni rispetto alla concorrenza futura. E infatti l’operazione di acquisizione dovrà passare sotto la lente dell’Antitrust. La decisione, tanto attesa da Ryanair e non solo, è arrivata: l’Autorità avvierà un’istruttoria per verificare se l’operazione è in grado di eliminare o ridurre in modo sostanziale e durevole la concorrenza su ben 9 rotte: Catania-Bologna; Catania-Milano Linate; Catania-Milano Malpensa; Catania-Pisa; Catania-Roma; Catania-Venezia; Palermo-Milano; Palermo-Roma;  Palermo-Torino. Si tratta di quote di mercato significative, su cui si crea una “strana sovrapposizione” che potrebbe eliminare del tutto la concorrenza.

Nella sua istruttoria, l’Autorità dovrà considerare anche il vantaggio competitivo che Alitalia-CAI otterrebbe dall’operazione, alla luce delle barriere all’entrata di natura economica e reputazionale caratteristiche del mercato del trasporto aereo passeggeri effettuato su voli di linea: WindJet rappresenta da tempo uno dei più noti operatori low cost a livello nazionale e ha tradizionalmente concentrato le proprie attività sulle rotte da/verso la Sicilia, acquisendo una forte notorietà per i consumatori interessati a tali rotte.

L’Antitrust valutarà anche il valore concorrenziale dell’acquisizione, da parte di Alitalia-CAI, di nuovi slot sullo scalo di Milano Linate, dove gli slot sono contingentati a causa di vincoli strutturali e regolamentari: Alitalia-CAI potrebbe infatti, nell’ambito delle proprie strategie di competizione nei confronti dei concorrenti, modificare la destinazione degli slot di WindJet.

Print Friendly