Cittadinanzattiva al Governo: “Che fine hanno fatto i beni confiscati ai corrotti?”

“Che fine hanno fatto i 1114 beni confiscati nel corso di 21 procedimenti ai corrotti?” E’ la domanda che rivolge al Presidente del Consiglio, Antonio Gaudioso vice segretario generale di Cittadinanzattiva che chiede al Governo di concludere rapidamente il monitoraggio sull’attuazione della norma. “Quanti milioni di euro che potrebbero essere destinati a fini sociali sono ancora in attesa di destinazione?”

L’Associazione dei consumatori denuncia il fatto che, come si è appreso dall’intervento di ieri del Ministro Giarda in Parlamento, la norma sulla confisca e l’uso sociale dei corrotti sembra davvero caduta nel dimenticatoio. “Un fatto particolarmente grave in un momento in cui la corruzione dilaga e i soldi nelle tasche dei cittadini diminuiscono ogni giorno di più. Non soltanto, con l’assorbimento nel codice antimafia, è venuta meno la destinazione dei soldi dei corrotti all’edilizia scolastica e all’informatizzazione del processo”. “Cittadinanzattiva è lieta di aver provocato il question time di ieri – frutto della interrogazione della on. Anna Rossomando – ha concluso Gaudioso – Continueremo il nostro impegno contro la corruzione e gli sprechi di risorse pubbliche con la Campagna Ridateceli, i soldi della corruzione al servizio dei cittadini”.

Print Friendly