Fotovoltaico 2012: grande successo per il bando “Il sole a scuola”

La seconda edizione del bando “Il sole a scuola”, iniziativa promossa dal Ministero dell’Ambiente per promuovere la diffusione degli impianti fotovoltaici negli edifici scolastici, sta avendo un vero e proprio boom di domande. Il bando, aperto il 4 aprile, in pochi giorni ha già fatto registrare 600 richieste da parte di enti pubblici e hanno già raggiunto un importo complessivo che si avvicina a quello stanziato per l’intero progetto.

Il bando, che mette a disposizione 3 milioni di euro, vedrà coinvolte circa 1000 scuole pubbliche italiane e prevede non solo l’installazione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, ma anche lo svolgimento di attività didattiche in grado di sensibilizzare bambini e ragazzi sul tema del risparmio energetico.

Dopo il successo della prima edizione, che aveva visto lo stanziamento di 9 milioni e 700 mila euro di finanziamenti e la partecipazione di 1.300 scuole e di circa 800 interventi approvati, questa seconda edizione di “Il sole a scuola” conferma l’interesse delle istituzioni nella promozione dell’energia sostenibile e la volontà di coinvolgimento dei più giovani. Il contributo dello Stato copre il 100% del costo ammissibile, con una soglia massima di 40.000 euro per edificio iva inclusa. L’ente locale, quindi, è esonerato da qualsiasi onere.

Il ministro dell’Ambiente Corrado Clini ha commentato: “Non possiamo che essere felici le numerose richieste pervenute per l’iniziativa “Il sole a scuola” sono la dimostrazione di grande sensibilità verso la diffusione di energie alternative pulite”.

Per partecipare al bando basta far pervenire le richieste di finanziamento all’indirizzo: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile, il Clima e l’Energia Ambientale – Divisione III, Interventi ambientali, efficienza energetica e energie alternative – Via Capitan Bavastro, 174 – 00154 Roma. Non verranno ammesse a istruttoria le domande di contributo oltre il termine di 40 giorni solari dalla data della spedizione.

 

 

Print Friendly