Guasto a un treno, linea verso Napoli ferma per 4 ore

Traffico ferroviario completamente paralizzato per quattro ore sulla tratta Roma-Formia-Napoli, ritardi dei treni in partenza compresi fra 160 e 200 minuti, pendolari che correvano da un binario all’altro per cercare di capire quale dei treni da ore in attesa partisse per primo: è stata una giornata di ordinaria follia quella che si è vissuta ieri alla Stazione Termini di Roma, dove la circolazione dei treni è rimasta paralizzata per circa quattro ore.

I ritardi sono stati causati da un guasto a un treno poco fuori dalla Capitale: un Intercity Milano-Salerno si è fermato all’altezza di Torricola, stazione poco fuori da Roma ma all’interno del Raccordo anulare, e per ore si è bloccata la circolazione di tutti i treni diretti a Nettuno, Latina, Terracina, Formia, Napoli e Salerno. I treni sono rimasti fermi in stazione, mentre gli orari delle partenze venivano posticipati in avanti di venti minuti in venti minuti. Al guasto al treno, poi rimosso da un locomotore di soccorso, si è aggiunto, intorno alle 21, la notizia di una occupazione dei binari nella stazione di Torricola. Il risultato è che i treni della tratta Roma-Napoli-Formia hanno subito ritardi fino a 200 minuti. L’Intercity per Salerno delle 18.39, ad esempio, è partito con tre ore di ritardo.

Un’odissea per i pendolari. All’inizio si sono trovati di fronte a orari che cambiavano di venti minuti in venti minuti, mentre l’altoparlante annunciava che i ritardi erano causati da un guasto al treno fra la stazione di Roma Casilina e Torricola; solo intorno alle 20.45 sono stati annunciati i ritardi effettivi, tutti compresi fra 140 e 160 minuti; subito dopo, poco prima delle 21, l’annuncio che la circolazione era ferma per un’occupazione dei binari. Nel frattempo, scene di ordinaria follia, con viaggiatori che facevano la spola fra i treni in attesa per capire quale partisse prima e capannelli di persone che ipotizzavano addirittura di dividersi un taxi collettivo per arrivare a destinazione. La circolazione è ripartita solo intorno alle 21.30.

 

di Sabrina Bergamini

Print Friendly