Liberalizzazioni: tariffa unica assicurazione auto per i guidatori virtuosi di tutta Italia.


Dal “calderone” degli emendamenti sulle liberalizzazioni che in questa settimana ha impegnato la commissione Industria del Senato, ne è emerso uno nuovo in materia di assicurazione auto. L’emendamento, che ha visto l’approvazione della commissione, prevede una tariffa unica per gli automobilisti virtuosi di tutta Italia. La proposta di modifica, che è stata avanzata dal senatore Franco Pontone (Pdl), rappresenta un tentativo di mettere fine alle discriminazioni territoriali che ci sono nel nostro Paese e che vedono penalizzati soprattutto gli automobilisti del Meridione.

Secondo quanto previsto dalla modifica, le compagnie assicurative dovranno proporre delle offerte di assicurazione auto uguali in tutto il Paese per le classi di massimo sconto. La nuova norma cita, infatti, “per le classi di massimo sconto, a parità di condizioni soggettive e oggettive, ciascuna delle compagnie di assicurazione deve praticare identiche offerte”, per cui un automobilista del Sud non dovrebbe più subire le ingiustizie della discriminazione territoriale, che ha raggiunto negli ultimi anni livelli insostenibili. Come ha affermato Pontone, la novità contenuta nell’emendamento rappresenta “una buona notizia per gli automobilisti virtuosi delle regioni dove le polizze Rc auto costano di più”.

Proprio in questi giorni, il presidente di Federconsumatori Campania, Rosario Stornaiuolo, è intervenuto per difendere gli automobilisti onesti, denunciando il problema delle differenze del prezzo dell’assicurazione auto tra Nord e Sud. “Sottoscrivere un’assicurazione Rc auto al Sud, e in particolare a Napoli, – ha affermato Stornaiuolo – continua a costare, a parità di condizioni, anche il triplo rispetto al Nord”. In merito alle novità contro le truffe stabilite dal Decreto sulle Liberalizzazioni, Stornaiuolo si è detto “a favore di ogni controllo, che confermerà quanto sappiamo da tempo, ossia che le truffe assicurative a Napoli pesano, per numero e gravità, come quelle di Milano”. Il numero uno di Federconsumatori ha aggiunto: “Da tempo con il movimento Mò Bast, stiamo combattendo queste discriminazioni territoriali che nulla hanno a che fare con le truffe, che sono state comodo pretesto per permettere alle compagnie di agire contro ogni forma di tutela prevista per il consumatore.[…] Occorre smantellare questa cricca che fa lievitare il costo dell’assicurazione auto su tutti gli automobilisti, compresi i campani e napoletani onesti”.

L’emendamento di Pontone sembra quindi aver non solo ascoltato, ma anche accolto le richieste del presidente di Federconsumatori Campania, che, per risolvere in maniera definitiva il problema delle discriminazioni ha proposto, appunto, “una tariffa unica per tutto il Paese”.

In attesa di vedere se il provvedimento verrà accolto in sede di conversione di legge, chi volesse comparare in maniera immediata e trasparente le offerte di assicurazione auto sul mercato, può consultare il sito di SuperMoney che compara numerose assicurazioni on line e tradizionali di molte compagnie sul mercato come Genertel, Quixa, Direct Line e molte altre ancora.

© La riproduzione dei contenuti è autorizzata includendo la fonte e l’attivazione di un link al sito SuperMoney.

Print Friendly