TRASPORTI. Caro traghetti, Casper in audizione al Senato: aumenti fino al 100% verso la Sardegna

Caro traghetti: il caso arriva in Senato. Oggi infatti Casper- Comitato contro le speculazioni e per il risparmio (Adoc, Codacons, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori) ha illustrato i termini dell’esposto sul caro traghetti presentato lo scorso 24 febbraio. Un biglietto costa in media 70 euro in più del 2010 e l’VIII Commissione lavori pubblici del Senato ha deciso di sentire anche l’Antitust.

Il presidente dell’Adoc Carlo Pileri, intervenuto in rappresentanza dei quattro presidenti delle associazioni di Casper, ha fatto presente le anomalie, certificate anche dall’Antitrust, relative ai concomitanti e ingiustificati aumenti del costo dei biglietti verso la Sardegna. Nel 2011 infatti le tariffe dei collegamenti da e per la Sardegna praticate dalle varie compagnie di navigazione hanno subito aumenti medi superiori al 50%, e in alcuni casi sono addirittura più che raddoppiate rispetto al 2010.

Il confronto dei prezzi medi 2010-2011 delle compagnie marittime operanti sulle tratte da/per Civitavecchia, Genova, Livorno a/da Olbia, Golfo Aranci, Porto Torres fanno segnare nel 2011 aumenti che variano da oltre il 36% fino ad arrivare al 100%. I prezzi vanno in media (per un adulto senza auto al seguito) dai 150 euro fino ad arrivare a 260 euro. Il confronto diventa impietoso se paragonato ad alcune rotte verso il Mediterraneo: Genova-Barcellona costa 199 euro, Bari-Patrasso 89 euro, Civitavecchia-Barcellona 105 euro, Genova-Palermo 289 euro. Per Casper, si tratta dunque di rincari incoerenti anche con i prezzi delle altre destinazioni mediterranee.

2011 – redattore: BS

Print Friendly